Escitalopram e memoria: Come influisce sul cervello

Il farmaco escitalopram è conosciuto con il suo nome commerciale Lexapro, un farmaco da prescrizione che è usato per trattare la depressione maggiore e il disturbo d’ansia generalizzato. Come inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina (SSRI), è uno dei primi cinque farmaci psichiatrici prescritti negli Stati Uniti. Ci sono state 38 milioni di prescrizioni scritte per esso nel 2018.

Potresti avere alcune domande su come escitalopram influisce sul cervello e sulla memoria. Mentre ci sono pochissime informazioni a riguardo, sono stati condotti alcuni studi che potrebbero essere utili per capire meglio come funziona il farmaco in generale, e in particolare nel cervello.

Come Escitalopram influenza il cervello

Come farmaco inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina (SSRI), escitalopram lavora per aumentare i livelli di serotonina nel cervello. La serotonina è uno dei messaggeri chimici che trasmettono segnali tra i neuroni o cellule nervose nel cervello.

Escitalopram è chiamato un SSRI perché colpisce principalmente la serotonina. Un SSRI ferma la ricaptazione della serotonina nei neuroni, il che permette di avere più serotonina disponibile per essere presa da altri nervi. È da qui che nasce la sensazione di “tutto va bene” quando si prende un farmaco SSRI.

Uno studio del 2014 fa luce su come il Lexapro influisce sul cervello. I ricercatori dello studio riportano: “In un piccolo studio su volontari sani, i ricercatori hanno scoperto che una singola dose dell’antidepressivo escitalopram (Lexapro) sembrava ridurre temporaneamente la ‘connettività’ tra gruppi di cellule cerebrali nella maggior parte delle regioni del cervello”.

Lo studio ha anche scoperto che gli SSRI come escitalopram hanno effetti collaterali sul cervello, e la connettività è immediata.

Escitalopram e la memoria

Quindi come influisce l’escitalopram sulla memoria?

Alcuni antidepressivi di prescrizione sono stati trovati per interferire con o causare la perdita di memoria. È stato anche notato che escitalopram potrebbe ridurre il livello di sodio nel sangue delle persone che hanno 65 anni e più.

Uomini in miniatura in tute hazmat che maneggiano gigantesche pillole biancheI bassi livelli di sodio possono causare problemi di memoria o confusione. Se qualcuno prende troppo del farmaco, può anche causare dimenticanza.

In un altro studio, i ricercatori della Loyola University Medical Center hanno appreso che quando si trattano i pazienti con la medicina depressione Lexapro o escitalopram, ha causato livelli di due composti neurotossici collegati con demenza a cadere marcatamente.

Questo potrebbe significare che il farmaco potrebbe essere usato per prevenire la perdita di memoria.

L’escitalopram è un farmaco ben tollerato, come il Lexapro. Può essere visto come uno che rallenta il funzionamento del cervello dalla comunità medica.

Non è collegato alla perdita di memoria a breve termine, e vari risultati di studi non sono concreti sui suoi effetti sul cervello.

Se sei preoccupato di come influisce sul cervello, o di come potrebbe influire su di te, consulta il tuo medico.

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button